giovedì 29 gennaio 2015

Come un Dinosauro in un Bicchier d'Acqua

di Marco Agustoni
2010
Gradimento 3 su 5


Una delle convinzioni mediamente più diffuse nella popolazione è "se è gratis, allora è di scarsa qualità". Certo, a volte questo è vero. Ma non in questo caso.


Riporto alcune righe prese dall'introduzione: Come un dinosauro in un bicchier d'acqua è stato pubblicato per la prima volta nel 2010 da una piccola casa editrice. Per un motivo o per l'altro, tuttavia, non ha venduto molte copie. E siccome quel che più mi interessa, per le cose che scrivo, non è che mi facciano guadagnare $$$ oltre ogni misura (anche perché difficilmente i libri lo fanno), ma che vengano lette da più persone possibile, ho deciso di rimetterlo a disposizione gratuitamente come ebook. In questo modo, spero che un po' più di persone abbiano voglia di dargli una chance...


È un atteggiamento che rispetto; si evince da queste parole che l'autore ha voluto bene alla sua creatura, tanto da decidere di distribuirla gratuitamente pur di farle girare il mondo e conoscere persone nuove. Bello. E comunque, se posso, è un peccato che abbia venduto poco, perché secondo me il romanzo merita.

Siamo a Milano, una città che Marco Agustoni deve conoscere bene, perché ce la fa vivere appieno, ci lascia girare per le vie della metropoli insieme a lui e ce la mostra attraverso i suoi occhi.

Alex e Daniele, i protagonisti, sono ragazzi come tanti, trentenni che cercano contro tutte le avversità di costruirsi un futuro. Ahimè, come molti trentenni sanno (oh se lo sanno!) le cose non sono facili come i loro sogni di universitari esuberanti suggerivano. Per uscire dai guai tenteranno una strada particolare che, è inutile dirlo, porterà a guai supplementari.

Non dico altro per non rovinare il piacere di seguirli in questo loro difficile cammino, lungo il quale incontreranno diversi altri personaggi, tutti con il pregio, a mio avviso, di essere davvero ben caratterizzati. In particolar modo quelli femminili. Anche senza troppe indicazioni, si riesce generalmente a capire chi sta parlando in quel momento, tutti agiscono coerentemente con il loro carattere.

La qualità migliore del romanzo, secondo me, è lo stile narrativo; il libro non è lungo e già di per sé si legge in fretta, ma la velocità di lettura è aiutata da una scrittura veloce, scorrevole, che spesso strappa un sorriso per una situazione, una metafora o un pensiero bizzarro. Belli i dialoghi, realistici e mai pesanti.

Forse il finale lascia un po' perplessi, ci sono alcuni punti della spiegazione conclusiva che non mi convincono del tutto per quanto riguarda la verosimiglianza. Però l'insieme non ne risente più di tanto.

Insomma, lo consiglio.

See you soon!

Nessun commento:

Posta un commento