martedì 24 febbraio 2015

And the Oscar goes to...

Domenica scorsa c'è stata la notte degli Oscar. Un evento di portata mondiale che una volta aspettavo con trepidazione.

Okay, d'accordo, non sono mai rimasta alzata tutta la notte per seguire la diretta... per me la notte in bianco può significare solo due cose: 1. oggi come oggi, uno dei bimbi ha l'influenza 2. è Capodanno e si tira l'alba (ma qui siamo nel regno dei tanti e tanti anni fa... il 1 gennaio 2015 all'una andavamo già tutti a nanna!). Però avevo una videocassetta da 240 minuti sempre pronta, che praticamente usavo solo per quello: la sera prima impostavo la registrazione e mi guardavo l'intera pappardella il giorno dopo (no, non è vero; tutta non sono mai riuscita a vederla, regolarmente c'era qualche intoppo con la registrazione e mi perdevo o l'inizio o la fine... ma sono dettagli!)...

venerdì 20 febbraio 2015

Ghost Story

di Peter Straub
1979
Gradimento 4 su 5



In questi giorni così impegnati sto andando un filino a rilento con le letture... ho tre romanzi "in corso": uno sul Kobo, uno sul Kindle dello smartphone (da leggere mentre sono in giro, tipo in coda alla posta), un audiolibro da ascoltare mentre faccio i lavori di casa. Eh, non si deve mai stare senza materiale a disposizione!


Comunque, nell'attesa di finire uno dei suddetti, vi parlo di qualcosa che ho letto qualche mese fa. Da una ventina d'anni volevo avere tra le mani Ghost Story, fin dal mio primo incontro con Danse Macabre, dove Stephen King dedica al romanzo ampio spazio. Per chi non lo sapesse, Mr King e Mr Straub hanno collaborato alla scrittura di quel capolavoro che è Il Talismano (1984) e al suo seguito Black House (2001 - un po' meno capolavoro del primo, ma sempre una bella lettura). E la loro familiarità si nota, perché leggendo Ghost Story si possono trovare certe affinità con alcuni dei libri di King...

sabato 14 febbraio 2015

Carnevale!

Oggi niente opinioni su libri o film; scrivo un post solo e soltanto per condividere l'emozione che nella mia cittadina nasce ogni anno in questo periodo.
Perché stasera si dà il via al Carnevale Storico. In effetti il tutto comincia già il giorno dell'Epifania, in più l'altro ieri c'è stata la festa del giovedì grasso; ma è in questi giorni, da stasera a martedì, che il Carnevale è davvero al suo apice.

Sfilate con i carri, musica, balli, divertimento... è una festa che ho sempre amato e che ora, con i miei due bambini, amo anche di più. Cosa c'è di più bello che mettersi in costume e fingere per un paio di giorni di essere qualcun altro? Un supereroe, una principessa, un pirata o un personaggio dei cartoni.

A ben vedere è un po' lo stesso meccanismo che si attiva quando si legge o si guarda un film. Mentre leggiamo per certi versi siamo questo o quel personaggio, l'empatia ci spinge a provare quello che prova lui e a immergerci per un certo tempo in un mondo che non è il nostro. E a Carnevale si possono provare sensazioni simili.

Purtroppo quest'anno sembra che il tempo non sia dalla parte dei carnevalanti. Il cielo oggi è pieno di nuvole e le previsioni non lasciano sperare nulla di buono. Noi comunque incrociamo le dita, speriamo domani di riuscire a sfilare e a catapultarci in un mondo di risate e divertimento.

Come diciamo qui da noi, bun carvé, e...

see you soon!

mercoledì 11 febbraio 2015

Io Sto con Marta

di Giorgio Ponte
2014
Gradimento 4.5 su 5

Ok.
Questo è un libro che si deve leggere, assolutamente.
Potrete pensare che l'autore mi abbia pagato per dirlo, non so; beh, no. Non ci conosciamo (peccato, spero un giorno di rimediare), quindi non avrebbe potuto.
Il mio consiglio spassionato è del tutto spontaneo e volontario: leggetelo.

E detto da me, che di solito preferisco libri che parlano di fantasmi, creature sovrannaturali, catastrofi e case infestate...

lunedì 9 febbraio 2015

MOVIES - Storia di una Ladra di Libri

regia di Brian Percival
2014
Gradimento 3.5 su 5


Il romanzo di Markus Zusak è da un po' di tempo nella lista dei miei to read, e in linea di principio cerco di non guardare mai un film tratto da un libro prima di leggere il romanzo cui si ispira. Questo perché voglio evitare, in fase di lettura, di essere già indirizzata verso una determinata visione della storia.


Per esempio, anni e anni fa (ma quanti sono!) ho letto Shining e It solo dopo averne viste le trasposizioni cinematografica (del primo) e televisiva (del secondo). E mi è stato impossibile evitare, durante la lettura, di immaginare Jack Torrance con le fattezze di Jack Nicholson, Pennywise con quelle di Tim Curry o il giovane Bill Denbrough con quelle di Jonathan Brandis (sì, beh, fin qui niente di male, era davvero un bel ragazzo, no? Anche un attore mica male, secondo me. Mi è spiaciuto sapere anni dopo della sua dipartita, accidenti.. ma questa è un'altra storia).

Però qualche giorno fa, il film Storia di una Ladra di Libri campeggiava tra gli ultimi arrivi nella sezione cinema di Sky On Demand... era lì che sembrava dicesse "ma come, non vuoi vedermi? E dai...". E quindi ho ceduto.

lunedì 2 febbraio 2015

ASAP: Tempi che corrono

di Marco Cardone, Livio Gambarini, Polly Russell
2014
Gradimento 4 su 5



E va bene, siamo un po' di parte, vero? Torno a parlare di Livio, includendo stavolta altre due persone che ho la gran fortuna di conoscere: Polly Russell e Marco Cardone, due autori davvero molto, ma molto in gamba.

La novella di cui sopra, ASAP: Tempi che corrono, è il risultato di un contest speciale dello Skannatoio Cinque e Mezzo del Forum La Tela Nera. Speciale perché la prerogativa era che i racconti fossero scritti a più mani (sei, per la precisione). E ASAP è risultato il racconto vincitore, con i suoi buoni meriti...