mercoledì 15 aprile 2015

L'Intervista - Anna Grieco

Come preannunciato qualche tempo fa, in occasione dell'uscita recente del suo ultimo libro "Per Sempre al Tuo Fianco", scritto in collaborazione con Irene Grazzini e seguito di "La Capoclan" (2014), ho il piacere di ospitare qui per una breve intervista, la scrittrice Anna Grieco, già co-autrice della saga Red Passion (insieme a Rigoni Fiorella e Alexia Bianchini).

In "Per Sempre al Tuo Fianco" torniamo a vivere le avventure di Johanna Douglas Mackenzie. Johanna è una laureanda in medicina, campionessa di pentathlon alle Olimpiadi; il padre è scozzese, la madre italiana. Durante una vacanza dalla sua famiglia in Scozia avviene qualcosa di magico: improvvisamente si ritrova catapultata indietro nel tempo di circa ottocento anni, ai tempi del crudele Giovanni Plantageneto, detto il Senza Terra. 
 C'è un po' di tutto in questi romanzi: eroi e battaglie, grandi amori, avventure, fughe e inganni; e quel pizzico di paranormale che, diciamocelo, non guasta mai.

Ma ora basta con la mia voce, voglio farvi "ascoltare" quella della nostra gradita ospite...


Anna, per prima cosa ti ringrazio ancora per aver voluto dedicare un po' del tuo tempo al mio blog e ai suoi lettori. In secondo luogo vorrei farti i miei complimenti; entrambi i romanzi mi sono piaciuti molto, soprattutto “Per Sempre al Tuo Fianco”. Ha un ritmo incalzante, non annoia mai e riserva diverse sorprese interessanti. Sbirciando qua e là su internet ho potuto vedere che molti condividono il mio parere positivo sul tuo lavoro, so che il secondo volume era molto atteso da un nutrito gruppo di fan. Ma questo successo ha avuto un punto di partenza. Da dov'è nata l'idea di una Cronomante che riscopre le origini della propria famiglia nella Scozia del Medioevo?

L’idea per il primo romanzo della saga l’ho avuta leggendo un romanzo di Michael Crichton, “Timeline” (di cui ho visto anche il film). Mi intrigava l’idea di una donna moderna e di carattere catapultata in quei tempi difficili. Devo essere sincera, però. “La capoclan” è stato il mio primo romanzo e pecca di qualche ingenuità. Se l’avessi scritto in questo momento, con l’esperienza di adesso, probabilmente la mia protagonista sarebbe stata un po’ diversa. Meno Wonder woman soprattutto, ma a ogni modo credo sia un romanzo che si lascia leggere volentieri, nonostante qualche imperfezione. In “Per sempre al tuo fianco”, comunque, credo che io e Irene Grazzini abbiamo fatto un buon lavoro. Entrambe siamo molto soddisfatte di questo romanzo.

E ne avete motivo!
Per quanto riguarda le ambientazioni, dalla lettura dei due libri si evince un tuo forte attaccamento alla Scozia, alla sua storia e alle sue tradizioni. C'è un motivo particolare che ti lega a questo Paese?

Le tante storie che ho letto. Gli highlander, soprattutto, mi hanno sempre affascinata, perciò quando ho deciso di scrivere, dovevo scrivere per forza di uno di loro, ti pare? ^_^

Johanna, così come anche la protagonista della saga Red Passion, Cassandra Rowling, è una donna forte, coraggiosa e con una volontà di ferro. Le donne dei tuoi romanzi sono vere e proprie eroine, protagoniste che vivono la loro vita e non la subiscono passivamente. Ti ispiri a qualche personaggio in particolare?

Diciamo che sia Cassandra che Johanna hanno un po’ del mio carattere. Anch’io, come loro, dico sempre quello che penso e non la mando a dire a nessuno. Idem per la testardaggine, ma in fondo in fondo tutte e tre abbiamo un cuore d’oro. *sorride*.

Parliamo un po' di te. Quando è nata la tua passione per la scrittura?

La mia passione per la scrittura è nata da giovanissima. Ho sempre letto tanto e a un certo punto mi è venuta voglia di raccontare le mie storie. Ovviamente non è stata affatto una strada in discesa. Ci sono stati tanti no, ma io non ho mai demorso. Ho imparato dai miei errori e dalle critiche mosse da chi era più competente di me in materia, all’epoca. Oggi posso affermare, non senza una certa soddisfazione personale, di saper mettere in croce qualche parola decente.

Beh, direi che sei in grado di fare ben di più! Tornando a noi, sia in quest'ultimo libro, “Per Sempre al Tuo Fianco”, che in altri lavori passati hai scritto a quattro o più mani. Ci puoi parlare un po' di questa particolare metodologia di lavoro?

Io adoro scrivere in compagnia, è vero, ma ho potuto farlo solo perché ho incontrato delle partner di lavoro e soprattutto delle amiche fantastiche. Sia con Irene Grazzini, che con Alexia Bianchini e Rigoni Fiorella, ci siamo sempre trovate in sintonia e non ho mai avuto problemi, anzi. Credo che il lavorare insieme, a più mani e a più menti, sia un’occasione eccezionale per mettere alla prova la propria fantasia. Ovviamente, però, bisogna fidarsi ciecamente di chi lavora gomito a gomito con te. Io questa fortuna ce l’ho avuta.

Un'ultima domanda. Progetti per il futuro? Possiamo sperare in un prossimo ritorno di Johanna Douglas MacKenzie?

Progetti per il futuro ce ne sono tanti. A breve usciranno due antologie curate da me e da Irene Grazzini. Una dal titolo: “Storie di dèi e di eroi – I figli di Zeus”, e l’altra intitolata “Le cronache degli arcangeli guerrieri – Red Passion world”, che come suggerisce il titolo è ambientata nell’universo di “Red Passion”, con tante storie e personaggi inediti. Inoltre, spero presto, uscirà un altro romance storico legato alla saga “La capoclan”, ma per il momento non posso parlarne, sorry! Sappi solo che io e Irene lo adoriamo, ma lasceremo il giudizio a voi quando lo leggerete. Ultimo progetto: uno spin-off sempre legato a Red con protagonisti Marcus, Kendra e Thomas, ma anche questo è top secret per il momento. Bene, credo sia tutto. Ti ringrazio tanto per avermi ospitata nel tuo blog Milena, sono stata benissimo. Un caro saluto ai tuoi lettori e alla prossima! 

Grazie mille a te, è stato un piacere! Spero di rileggerti presto.

A te e a tutti i lettori…

…see you soon!

Nessun commento:

Posta un commento