giovedì 31 dicembre 2015

...e così siamo arrivati al 31 dicembre...

Ciao a tutti amici!

E così, nel bene e nel male, anche questo 2015 ci saluta. Si porta via cose belle e cose brutte, ricordi felici e altri che si preferirebbe buttare nel dimenticatoio. 

Nel mio piccolo, devo dire che quest'anno è stato abbastanza buono con me. I ricordi belli sono più di quelli brutti, i traguardi raggiunti sono pochi ma ci sono, mi sento molto più realizzata ora, sotto molti punti di vista, di come mi sentissi un anno fa. 

Certo, si spera sempre che le cose migliorino, ma se il 2016 in arrivo dovesse riproporsi uguale al suo predecessore, beh, non mi potrei davvero lamentare.

Ringrazio tutti quelli che hanno contribuito a rendere il mio 2015 degno di essere ricordato. I miei figli e mio marito, il mio papi e la mia mami, i miei parenti e i miei amici (e ho davvero degli amici spettacolari, sono fortunata!); e ovviamente voi, che mi fate compagnia leggendo i miei sproloqui su queste pagine.

A tutti vadano i miei più sinceri auguri affinché il 2016 vi porti una quantità di gioia tale da non sapere più dove stiparla! :)

Buon anno!

giovedì 24 dicembre 2015

Christmas Songs #15

Ed eccoci finalmente!

Stanotte Babbo Natale partirà con la sua slitta, insieme a Rudolph, Comet, Dancer, Dasher, Prancer, Vixen, Donner, Blitzen e Cupid, e le campanelle della slitta tintinneranno allegre, e anche se le previsioni ci sono contrarie sogneremo tutti un bianco Natale, mentre dormiamo in attesa di scoprire quello che il vecchietto panciuto di rosso vestito avrà deciso di lasciare sotto il nostro albero... 

La Vigilia di Natale... che bella, per certi versi la preferisco persino al Natale vero e proprio (non aveva tutti i torti Messer Leopardi, quando decantava il "sabato del villaggio"...): c'è un bel senso di aspettativa, di emozione... oggi poi mi aspetta una meravigliosa attività: con i miei cuccioli prepareremo i biscotti di pan di zenzero da lasciare a Babbo Natale (con un paio di carote per le renne, ovviamente!). Una vigilia casalinga, bella e coinvolgente, come piace a me.

Per salutarvi, e augurarvi uno splendido Natale, ho scelto di chiudere questa carrellata di canti natalizi con quello che forse è in assoluto il mio preferito. Risale alla Francia del 1847, anche se la versione inglese è decisamente più conosciuta dell'originale "Cantique de Noël":

mercoledì 23 dicembre 2015

Christmas Songs #14

Ciao a tutti amici!

Ormai ci siamo... oggi è il 23, antivigilia di Natale! Ancora poche ore per finire di acquistare tutti i regali e organizzare al meglio questo lungo fine settimana che ci attende. 

Comunque sia, siamo arrivati al penultimo appuntamento con questo countdown musicale. Come vi avevo promesso nel post di ieri, oggi vorrei chiacchierare di una canzone decisamente moderna, ma che a me piace davvero molto e che veicola un bel messaggio, più che adatto a rinvigorire lo spirito natalizio.

Il brano, del 1971, è stato scritto da un signore tutt'altro che sconosciuto...

martedì 22 dicembre 2015

Christmas Songs #13

Ciao amici!

Eccoci a un nuovo appuntamento. Solo tre canzoni ci separano dall'atteso 25 dicembre.

Quale "ascoltiamo con gli occhi" oggi?

Beh, visto che entrambi i lati del Natale, il sacro e il profano, la nascita di Gesù e l'arrivo di Babbo Natale, tutti e due portano gioia... perché non sceglierne una che la parola "gioia" ce l'ha direttamente nel titolo?

E quindi oggi "cantiamo":

lunedì 21 dicembre 2015

Christmas Songs #12

Buon inizio settimana amici lettori!

Il nostro piccolo viaggio nelle canzoni natalizie ci porta oggi in terra germanica, per uno dei canti più famosi a livello mondiale.

In realtà, questo brano è diventato parte della grande famiglia di canti natalizi solo in un secondo momento; le sue origini si rifanno infatti a un canto popolare che, semplicemente, voleva celebrare l'abete e il suo essere sempreverde (e fedele, come sottolinea la parola "treu" nel testo: sembra infatti che l'abete, con il suo essere verde in ogni momento dell'anno, fosse una metafora in contrapposizione a un amore che tanto fedele non era stato...).
Negli anni, il testo ha subito piccole modifiche che lo hanno reso a tutti gli effetti un canto di Natale tra i più conosciuti.

domenica 20 dicembre 2015

Christmas Songs #11

Buona domenica amici lettori!

Meno di una settimana ci separa dalla festa più attesa dell'anno. Quindi, che ne dite di festeggiare con un po' di allegria? Un'allegria che non solo vuole augurare un buon Natale, ma anche un felice anno nuovo. 

Il brano di oggi è piuttosto vecchio, ma sempre attuale soprattutto per la sua vivacità. Lo cantano grandi e piccini, soprattutto i piccini; anche il mio cucciolo di quattro anni, con il suo inglese maccheronico, in questi giorni ripete il ritornello all'infinito, saltellando di qua e di là; ritornello che fa...

sabato 19 dicembre 2015

Christmas Songs #10

Ciao a tutti amici lettori!

Oggi, per la nostra tappa del tour fra i vari canti natalizi, scomodiamo persino la lingua latina. In latino, infatti, è stata scritta la prima versione di un canto che è in effetti più facile sentire in chiesa, magari durante la messa di mezzanotte, piuttosto che attraverso gli altoparlanti di un centro commerciale o come colonna sonora di film o cartoni animati.


Sto parlando di Adeste Fideles:

venerdì 18 dicembre 2015

Christmas Songs #9

Ciao amici lettori!

Il nostro appuntamento quotidiano con la musica natalizia ci porta oggi in Austria, per conoscere l'origine di una delle canzoni più famose della tradizione. L'autore del testo è il reverendo Joseph Mohr, mentre la musica è stata composta da Franz Xaver Gruber. Il brano è stato eseguito in pubblico per la prima volta la vigilia di Natale del 1818, nella chiesa di San Nicola di Oberndorf, vicino a Salisburgo.
Il testo descrive l'immagine dolce e silenziosa della "santissima coppia" che veglia il piccolo Gesù Bambino nella capanna di Betlemme.

giovedì 17 dicembre 2015

Christmas Songs #8

Ciao amici lettori!

Il countdown si fa sempre più serrato, ormai mancano solo otto giorni alla festa più attesa dell'anno.

Le previsioni per le festività al momento sono abbastanza buone, uno dei siti che abitualmente frequento per controllare che tempo farà ieri titolava: "Almeno 15 giorni di alta pressione, senza neve".

Però, si sa, il Natale con la neve avrebbe una magia tutta particolare. C'è qualcuno che addirittura "sogna un bianco Natale"...

mercoledì 16 dicembre 2015

Christmas Songs #7

Ciao amici lettori!

Nelle prime puntate di questo "countdown musicale" che ci accompagna al 25 dicembre ci siamo soffermati più che altro su canzoni provenienti dalla tradizione anglosassone.

Oggi, anche un po' in onore dell'inizio della Santa Novena, torniamo in Italia e parliamo di un canto natalizio tipico nel Bel Paese, uno dei più famosi in assoluto. 
Fu composto nel 1754 a Nola (Napoli) da Sant'Alfonso Maria de' Liguori (che si trovava in quella località, a quanto sembra, proprio per predicare durante la Novena). 

martedì 15 dicembre 2015

Christmas Songs #6

Ciao a tutti amici lettori!

La tappa natalizia di oggi ci avvicina all'evento clou delle feste: l'arrivo del nostro caro e amato Babbo Natale

Creata nel 1932 (da Haven Gillespie e J. Fred Coops) e cantata per la prima volta due anni dopo, nel 1934, è un piccolo aiuto per mamme e papà alle prese con i loro cuccioli, dato che incita questi ultimi a "non piangere" a "non fare il broncio"! 

Stiamo parlando di...

lunedì 14 dicembre 2015

KINGvsKING - 9 puntata

Buon lunedì a tutti!

La scorsa puntata di KINGvsKING, che vedeva scontrarsi il fantasy Gli Occhi del Drago e il classico Misery, ha visto un risultato di perfetta parità.

Oggi abbiamo un altro confronto tra due romanzi dalle trame completamente diverse.
Da un lato, una passeggiata nei boschi rivela la presenza di un'astronave aliena sepolta sotto terra; dall'altro, quello che dovrebbe essere un semplice pseudonimo si rivela molto più reale (e pericoloso) del previsto. 

Stiamo parlando di...

The Tommyknockers (Le Creature del Buio) vs La Metà Oscura 

Fantascienza da un lato, horror paranormale e psicologico dall'altro. Chi vincerà? Quale romanzo vi ha spaventato, incuriosito, intrigato di più?

Potete votare a questo link e lasciare qui sotto le vostre impressioni.

See you soon!

#######
Aggiornamento del 21 dicembre:

And the winner is... La Metà Oscura!

KINGvsKING va in vacanza, e tornerà dopo le festività natalizie. Nel frattempo, lunghi giorni e piacevoli notti a tutti, e soprattutto BUON NATALE!

Christmas Songs #5

Buon inizio settimana amici lettori!

Da una canzone, quella di ieri, che affonda le sue radici nei secoli passati, a una decisamente più recente. La preferita dei miei pargoli, quella che mi fanno mettere su e ripetere e ripetere e ripetere quasi all'infinito, mentre ballano e cantano e si divertono. 
Il brano ha avuto particolare risonanza dal 1992, quando è entrato a far parte della colonna sonora di Mamma ho Riperso l'Aereo, ma ha comunque conosciuto il successo fin dalla sua prima uscita, nel 1957, per mano del cantante statunitense Bobby Helms.

Sto parlando della ritmatissima Jingle Bell Rock:

domenica 13 dicembre 2015

Christmas Songs #4

Buona domenica amici lettori!

Dato che mancano 12 giorni a Natale, proprio oggi vi propongo una canzone che è un classico delle feste natalizie, almeno in area anglosassone: The Twelve Days of Christmas.
È un brano particolare, un po' ripetitivo in effetti ma peculiare.

Non si conosce esattamente l'anno di nascita di questo brano, che in realtà è la trasposizione di una filastrocca infantile, solo che la musica risale all'incirca al Sedicesimo secolo, il testo alla fine del Settecento.

sabato 12 dicembre 2015

Christmas Songs #3

Buon sabato a tutti e bentornati!

Procediamo il nostro percorso alla scoperta delle canzoni natalizie più amate e famose. Al contrario di ieri, in cui l'allegria la faceva da padrone con corse sulla slitta e campanelle festose, la canzone di oggi è, sì, molto bella, ma anche malinconica... 

Parlo di Have Yourself a Merry Little Christmas. La conoscete?

venerdì 11 dicembre 2015

Christmas Songs #2

Ciao amici lettori!

Eccoci al secondo appuntamento con le canzoni natalizie.

Oggi vorrei affrontare il classico dei classici, LA canzone natalizia per eccellenza, quella allegra sinfonia di campanelli che è impossibile non sentire almeno una volta durante le festività, cantata in miriadi di versioni diverse da miriadi di cantanti nel corso degli anni e che risponde al nome di Jingle Bells!

giovedì 10 dicembre 2015

Christmas Songs #1

Ciao amici lettori!

Oggi è il 10 dicembre, Natale si avvicina sempre più... che bello! 
Ebbene sì, il Natale è una festa che ho sempre adorato. Si può dire che lo aspetto tutto l'anno con la stessa trepidazione dei più piccini. Il giorno dell'Immacolata a casa nostra sono apparsi presepe e albero, e da allora in auto ho inserito il cd con tutte le mie canzoni natalizie preferite, in modo da ascoltarle tutti i giorni mentre porto i bimbi a scuola.

Ed è proprio di  canzoni natalizie ♫ che vorrei chiacchierare nei prossimi giorni. 

lunedì 7 dicembre 2015

KINGvsKING - 8 puntata

Ciao a tutti!
Domani giornata di presepi e alberi di Natale, siamo già in preparazione di casette, muschio e palline colorate. Ma per oggi, ritorniamo nel regno del Re per la sfida di oggi, che vede scontrarsi due opere che non potrebbero essere più diverse ma che, stando alla leggenda, sono molto più connesse di quanto sembri.

La prima (del 1987) è un fantasy. Si trovano qui alcuni dettagli riconducibili ad altre opere decisamente più conosciute, come la saga della Torre Nera (in primo luogo la figura di Flagg, presente anche in L'Ombra dello Scorpione). 
Scritto principalmente per la sua figlioletta Naomi, non presenta ovviamente scene paurose, creature terrificanti o altro che avrebbe potuto spaventare la piccina. Per questo, nonostante esso sia a mio avviso un bellissimo romanzo, molti fan dell'epoca si sono lamentati proprio per la mancanza di dettagli "horror". 
Sembra che, come conseguenza di questo episodio in cui si è visto "ingabbiato" nella figura di scrittore horror, King abbia ideato (sempre nel 1987) un romanzo il cui protagonista principale, uno scrittore che decide di chiudere con la saga che lo ha reso celebre, viene tenuto prigioniero dalla sua "fan numero uno"; la quale cerca di convincerlo, con le buone o (soprattutto) con le cattive, a cambiare idea. La trama di questo secondo romanzo vi suona famigliare, vero? E certo, perché stiamo proprio parlando di...


Gli Occhi del Drago vs Misery

Quindi, via alle votazioni! Quale vi piace di più? Potete votare qui o direttamente sul blog.
Aspetto i vostri commenti :) 
See you soon!

#######
Aggiornamento del 14 dicembre: e parità sia! Il sondaggio non ha decretato alcun vincitore, i due libri hanno ricevuto lo stesso numero di voti. Beh, a me fa piacere, sono entrambe ottime opere! Alla prossima!

giovedì 3 dicembre 2015

E' te che aspettavo

di Alessandra Paoloni
2014


Ciao a tutti! Come state? Io, se guardo fuori dalla finestra, vedo solo bianco... una nebbia spaventosa! Comunque, non sono qui per fare le previsioni del tempo ma per parlarvi di un libro piccolo piccolo che ho appena letto. L'autrice è Alessandra Paoloni e il racconto (lo dicevo che è piccolo) si intitola È te che aspettavo

Il racconto “È te che aspettavo” è stato scritto per il concorso indetto dalla Sperling Privè, il ramo erotico e digitale della Sperling & Kupfer. Non scorderò mail la mail arrivata alla mia casella di posta dove la Sperling mi comunica di essere arrivata seconda in graduatoria. Seconda.
Ma purtroppo la casa editrice ha scelto alla fine di pubblicare solo il primo in classifica. Una vittoria mancata, che mi ha lo stesso riempito di immensa soddisfazione.
Non potevo quindi lasciare la storia di Elly e Norman nel mio pc, non potevo non dare loro una seconda occasione.

Questa è la piccola nota introduttiva dell'autrice. Quindi da qui (e, sì, un pochino anche dalla copertina!) si capisce di che genere sia il racconto. 

Letteratura erotica. 

Come dire, avete presente le 50 sfumature? Ecco, non c'entra un tubo! 

Perché? Molto semplice. 
Perché è vero che il racconto è stato scritto appositamente per un concorso di letteratura erotica, è vero che le scene di sesso sono un po' tantine per una storia lunga un centinaio di pagine. Ma mentre nel caso del signor Grey la trama era praticamente inesistente (e quel poco che c'era lasciava piuttosto a desiderare), una sorta di optional utile solo a dare una motivazione a quanto accadeva nella famosa "stanza", qui è l'opposto. 
Le scene ad alto contenuto erotico, anche se sono tante, fanno da corollario a una trama che di per sé è già interessante.

Protagonisti della vicenda sono Elly e Norman. La prima ha appena vissuto una dolorosa tragedia: la morte improvvisa della sorella. Il secondo è il fratellastro di quello che a breve sarebbe dovuto diventare il cognato di Elly. 
La storia si sviluppa in mezzo al cordoglio, ai sensi di colpa, alla freddezza da parte della famiglia, a dubbi e paure; e, per fortuna, anche all'amore, che in questo caso è proprio la molla che permette a Elly di trovare una via d'uscita dal dolore. Insomma, è un racconto che, anche tolta la componente erotica (che tra l'altro, secondo il mio parere - anche se non ho letto molto di questo particolare genere in vita mia... - non scade mai nel volgare), rimarrebbe comunque in piedi da solo. 

Due piccole note negative. 
La prima è che ho notato qualche errore lessicale e grammaticale ("affianco" invece di "a fianco", per esempio). 
La seconda che, aumentando un po' la lunghezza (o tagliando una o due scene "hot", che comunque di sesso ne sarebbe rimasto un bel po'!), l'autrice avrebbe potuto approfondire un po' di più i personaggi; non dico tanto i due protagonisti, ma soprattutto i rispettivi famigliari; essi infatti, pur avendo un ruolo determinante nello sviluppo della trama, vengono lasciati sullo sfondo, quasi a recitare in sordina. Ecco, sistemando queste due cose (secondo me, ovviamente) ne uscirebbe un libro davvero super.

Detto questo... buone letture e...
...see you soon!