martedì 22 dicembre 2015

Christmas Songs #13

Ciao amici!

Eccoci a un nuovo appuntamento. Solo tre canzoni ci separano dall'atteso 25 dicembre.

Quale "ascoltiamo con gli occhi" oggi?

Beh, visto che entrambi i lati del Natale, il sacro e il profano, la nascita di Gesù e l'arrivo di Babbo Natale, tutti e due portano gioia... perché non sceglierne una che la parola "gioia" ce l'ha direttamente nel titolo?

E quindi oggi "cantiamo":


Joy to the world! the Lord is come;
Let earth receive her King;
Let every heart prepare him room,
And heaven and nature sing,
And heaven and nature sing,
And heaven, and heaven, and nature sing.

Joy to the world! the Saviour reigns;
Let men their songs employ;
While fields and floods, rocks, hills, and plains
Repeat the sounding joy,
Repeat the sounding joy,
Repeat, repeat the sounding joy.

No more let sins and sorrows grow,
Nor thorns infest the ground;
He comes to make His blessings flow
Far as the curse is found,
Far as the curse is found,
Far as, far as, the curse is found.

He rules the world with truth and grace,
And makes the nations prove
The glories of His righteousness,
And wonders of His love,
And wonders of His love,
And wonders, wonders, of His love.

In realtà, come avevo già accennato di sfuggita nel primo post, sembra che questa canzone in origine non volesse riferirsi alla prima venuta del Messia, cioè alla sua nascita, bensì alla sua seconda venuta, vale a dire il suo ritorno trionfale alla fine dei tempi. 
Ciononostante, il testo ben si presta ad adattarsi anche all'evento cardine del Natale, con la sua esortazione al mondo intero a gioire per l'arrivo del Signore.

A domani, con una canzone decisamente più moderna!

See you soon!


Nessun commento:

Posta un commento